Clicca sul logo per tornare alla Home Page
   



Cultura
Cultura
La Sabina è una terra ricca di cultura: di beni culturali materiali ed immateriali. Tra i primi vanno elencati i siti archeologici, le chiese romaniche, le abbazie medievali, i conventi e molto altro ancora, tra i secondi l’immenso patrimonio di tradizioni, usi e costumi millenari. L’area archeologica più importante è senz’altro quella dell’antica città di Trebula Mutuesca, che con Cures aveva il titolo di Municipium come Roma. Un altro gioiello del nostro territorio è la chiesa di Santa Vittoria, una delle chiese romaniche più belle del Centro Italia. La religiosità medievale è ben rappresentata anche dall’Abbazia di Santa Maria del Piano nella Valle Muzia, che fu una delle più importanti abbazie benedettine. Notevoli anche i resti della salaria antica, basti pensare al ponte del Diavolo ed al ponte Sambuco, architettonicamente molto simili. Tra i beni culturali immateriali vale il principio che “quando muore un anziano, è come se bruciasse un’intera biblioteca”. Proprio per questo la Comunità Montana e le varie amministrazioni comunali hanno predisposto una serie di iniziative per scrivere su carta e quindi salvare per sempre tutta una serie di detti, usanze, poesie dialettali, esperienze di vita, tradizioni legate al mondo contadino che appunto rischiavano di scomparire per sempre. (a.d.v.)